giovedì 26 maggio 2016

Patatine fritte, asciutte e croccanti

Nell’elenco dei piatti che i piccoli adorano troviamo le patatine fritte. Gli alimenti acquistati già pronti in genere non offrono nessuna garanzia sugli ingredienti utilizzati né sull’assenza di conservanti e coloranti. D’altra parte, è impossibile negare sempre certi piaceri ai nostri bambini, quindi l’alternativa è prepararle da se a casa, magari  coinvolgendoli in cucina: preparare insieme può essere anche l’occasione per rendere divertente l’educazione alimentare.





Ottenere in casa delle patatine fritte asciutte e croccanti non è facilissimo. I risultati migliori si ottengono friggendole più volte: la prima, che permette di cuocerne perfettamente l’interno, va effettuata a bassa temperatura e per un tempo un po’ più lungo rispetto alle successive; la seconda e la terza (se si vuole essere perfezionisti) rendono croccante e asciutto l’esterno.
È consigliabile usare olio di oliva perché regge meglio le alte temperature ed un termometro per liquidi per tenere i gradi sotto controllo. Una volta tagliate le patate a fette della stessa misura immergile in acqua ben fredda, fai scaldare l’olio portandolo a 150°C, asciugale bene e tuffale nella padella facendole cuocere per 5 minuti. Scolale su carta assorbente, lascia raffreddare un pochino l’olio e poi filtralo; rimettilo sul fuoco portandolo a 170°C, immergici le patate, poche alla volta e friggi per tre minuti. Scola nuovamente su carta assorbente e porta l’olio ad una temperatura superiore (190°C); cuoci le patate per altri due minuti. Salale prima di servire.

LO STRUMENTO UTILE: Affetta patate linea Handy



Un pratico strumento, facilissimo da usare, che con un solo gesto permette di avere patatine perfette come quelle surgelate, ma con la genuinità dei prodotti freschi. Grazie alle due differenti trafile puoi ottenere patatine in diverse dimensioni, pronte per essere fritte, o cotte al forno per una cucina light.

Nessun commento:

Posta un commento